La tua famiglia in rete

Sfruttare appieno le potenzialità di condivisione e apprendimento che ci offre Internet è un privilegio. Proteggere le nostre famiglie dalle insidie del mondo online è una necessità e un dovere.


Lascia un commento

Mettere in sicurezza Google

Prendendo spunto da un recente annuncio di Google, nel quale il colosso statunitense ha affermato di aver cambiato l’impostazione predefinita per limitare la visualizzazione di immagini e contenuti per adulti, ho pensato che fosse comunque utile descrivere come aumentare ulteriormente il filtraggio dei risultati di ricerca per Google e altri servizi correlati (ma non Youtube.com).

Collegati con l’account del PC che vuoi limitare (quello di tuo figlio) ed apri un browser qualsiasi. Attenzione, dovrai ripetere la seguente procedura per ogni tipologia di browser (Internet Explorer, Firefox, Chrome, etc).

Visita la pagina www.google.it/preferences e seleziona l’opzione Massimo nella scala dei Filtri SafeSearch, infine clicca su Blocca SafeSearch:

LaTuaFamigliaInRete-google1

Il livello di filtraggio massimo omette immagini e testi espliciti dai risultati di ricerca.

Collegati al tuo account di Google selezionando l’opzione Accedi in alto a destra o in alternativa creandone uno nuovo.
Attenzione: parliamo del tuo account, non di quello del ragazzo che vuoi proteggere.
Occhio quindi che la tua password rimanga sempre segreta:

LaTuaFamigliaInRete-google2

Ti verrà quindi chiesta ulteriore conferma che darai cliccando sul bottone Blocca Safe Search:

LaTuaFamigliaInRete-google3

A quel punto il sistema provvederà a blindare il filtro per Google e altri servizi:

LaTuaFamigliaInRete-google4

Quando sarà data conferma dell’avvenuta attivazione del filtro potrai uscire dalla sessione del tuo account Google, selezionando l’icona del tuo profilo in alto a destra e cliccando su Esci.

NOTA: La procedura descritta sopra deve essere ripetuta per ogni account che i nostri ragazzi hanno sul PC e per ogni tipologia di browser. Se hai due ragazzi ed essi hanno accesso a (ad esempio) Internet Explorer e Chrome dovrai ripetere la procedura 4 volte.

Come fai a sapere se la funzione SafeSearch è attivata?

Per indicare che la funzione SafeSearch è attivata, rispetto al browser su cui abbiamo fatto la procedura riportata sopra, si aggiungono dei pallini colorati nella parte superiore di tutte le pagine di ricerca. Se i pallini colorati non sono presenti, significa che la funzione SafeSearch non è abilitata.

LaTuaFamigliaInRete-google5

Nonostante sia cosa saggia e giusta configurare Google per una ricerca sicura, suggeriamo comunque di adottare anche uno strumento di parental control in quanto, pur mettendo in sicurezza le ricerche di Google, un ragazzo potrebbe aggirare facilmente l’ostacolo utilizzando la ricerca di Bing, cambiando le preferenze in indipendenza e facendo quindi ricerche non protette con questo strumento alternativo.

Buona ricerca a tutti !

Annunci